Come creare un business online

La pandemia ha costretto molti a creare un business online. E del resto non c’erano alternative: dalla DAD allo smart working, ma anche la spesa al supermercato, in quei lunghi mesi (quasi) tutto è migrato dal fisico al digitale. E sempre negli stessi mesi in molti hanno pensato che creare un business online fosse la …

Come creare un business online

La pandemia ha costretto molti a creare un business online. E del resto non c’erano alternative: dalla DAD allo smart working, ma anche la spesa al supermercato, in quei lunghi mesi (quasi) tutto è migrato dal fisico al digitale. E sempre negli stessi mesi in molti hanno pensato che creare un business online fosse la chiave per rilanciare la propria attività. O per dare una svolta alla vita.
Ma diventare un imprenditore digitale è più facile a dirsi che a farsi, e non basta certo mettere online un sito Internet o aprire u profilo social. Anzi, per lanciare un business online che abbia qualche prospettiva di funzionare (bene) a lungo termine servono almeno 5 passaggi preliminari.

1. Pensa a un servizio
Che sia ordinare la pizza, tenere corsi di musica per bambini o fare consulenza aziendale, individua un servizio che, grazie alla transizione digitale, potrebbe funzionare meglio di ora. Non tutto e non sempre può passare dal fisico al digital, ma abbiamo scoperto che può accadere per più ambiti di quelli che avremmo mai immaginato. L’importate, come sempre, è che ci sia un mercato almeno potenziale.

2. Dai un valore aggiunto
Risparmio di tempo o denaro, facilità di accesso, flessibilità: per cambiare le proprie abitudini le persone hanno bisogno prima di tutto di percepire un vantaggio per sé. Se per ordinare la pizza a domicilio tramite App ci vuole più tempo che al telefono, non è la soluzione giusta. Ma se così facendo ho uno sconto, allora le cose cambiano.

3. Scegli la soluzione tecnologica più adatta
Questa è la parte più difficile, perché ragionevolmente ti devi affidare a qualcuno che ne sappia. No, far fare il sito al cugino smanettone non è la soluzione. La tecnologia è utile quando funziona, e ci deve essere il giusto equilibrio tra investimento e funzionalità.

4. Fatti conoscere
La cara, vecchia lezione della pubblicità continua a funzionare. Anche perché la competizione online, tra i motori di ricerca e gli algoritmi social, è spietata. E non basta la presenza per farsi notare. Tradotto: bisogna spendere un po’ di budget per farsi conoscere e farsi trovare dai potenziali clienti. Almeno all’inizio.

5. Non dimenticarti della nuova dimensione digitale
È un errore abbastanza comune: metto online un sito, apro il profilo social, poi me ne dimentico. Qui la lezione sempre valida è quella del Tamagotchi: magari poche attenzioni, ma ogni giorno, servono a tenere in vita il proprio business online.