5 modi per spezzare la routine in ufficio

Cambiare il modo, o il luogo, delle tue attività lavorative può dare un punto di vista diverso e più produttività alle tue giornate.

5 modi per spezzare la routine in ufficio

Il buongiorno appena varcata la porta. La pausa caffè alla solita ora. Il pranzo sempre allo stesso modo. La fuga trafelata alle 18:00. La vita da ufficio, e le sue routine, possono spegnere anche i maggiori entusiasmi. E con l'entusiasmo che scema, anche la produttività crolla e di conseguenza l'autostima e il livello di soddisfazione personale.

A volte la soluzione è solo una: cambiare aria. Ma se ci sono tanti buoni motivi per rimanere in quel posto di lavoro, allora la soluzione può essere quella di mettere in atto qualche tattica disruptive per spezzare la routine in ufficio e vedere le cose da un punto di vista diverso. Come questi 5 che ti suggeriamo.

5 modi per spezzare la routine in ufficio

Soprattutto quando serve concentrarsi, per analizzare una situazione o trovare una soluzione creativa, cambiare la routine quotidiana può essere la soluzione giusta. Ovviamente i cambiamenti non devono intaccare gli equilibri del team, dell'ufficio o del capo. Ma uscire dal flusso consueto può stimolare soluzioni inaspettate e far del bene all'umore.

Cambiare postazione

A volte basta davvero cambiare postazione di lavoro, scenario, ambiente, per spezzare l'abitudine e il fare le cose sempre allo stesso modo. L'hot desking va proprio in questo senso, ma può funzionare anche mettersi nella kitchenette, in una sala riunioni o, se la flessibilità lo permette, in un caffè con wi-fi per un paio d'ore.

Cambiare formato delle riunioni

Le riunioni sono spesso il trionfo dell'inefficienza: ritardi sull'orario di inizio, prolungamento infinito, distrazioni, poco focus sull'agenda. Per rendere i meeting efficienti puoi provare a cambiarne il formato: riunioni in presenza in sala riunioni e riunioni da remoto, riunioni in sala pranzo e riunioni all'aperto, micro-riunioni in piedi da 10', riunioni il mattino presto, prima che l'ufficio prenda vita, o in pausa pranzo seduti intorno al tavolo: le possibilità sono molte, basta solo esplorarle.

Coffè break con se stessi

Certo, il caffè alla macchinetta è il momento privilegiato delle chiacchiere tra colleghi. Ma quando serve pensare una buona soluzione può anche essere quella di un coffee break con se stessi. Non necessariamente alla macchine, magari al bar sotto l'ufficio, anche in questo caso per cambiare prospettiva, pensare senza distrazioni e magari prendere qualche appunto.

Lavorare da casa

Se l'accordo aziendale lo consente, o il capo accetta con un cenno di assenso, anche lavorare da casa può aiutare a spezzare la routine. Che non è propriamente smart working: può essere la soluzione per quelle giornate, o mezze giornate, in cui bisogna concentrarsi sullo schermo del proprio computer, oppure sul proprio specifico, individuale, compito. E isolarsi può essere la soluzione funzionale.

Prendere una workcation

Workcation, unione di work e vacation, lavoro e vacanza. Avete in mente un weekend a Roma, a Parigi o in montagna: ci si può attaccare un giorno in più di smart e godersi la colazione vista vette imbiancate, la pausa pranzo sotto la Tour Eiffel, una corsetta serale tra le vie di Roma anziché sul solito tapis roulant della solita palestra tra casa e l'ufficio.

Insomma, per quanto fantastica possa essere la vostra routine quotidiana, o nel caso in cui la troviate ormai deprimente, cambiare il modo e il luogo in cui vivete la giornata lavorativa può avere un effetto enorme sulla vostra produttività, sul vostro umore e sul vostro lavoro..